L’ANP, associazione nazionale piloti, tutela i principi della sicurezza del volo e valorizza la professionalità dei piloti italiani

AREA PRESS

La Repubblica 02/03/2018

https://agenziarepubblica.it/alitalia-piloti-e-assistenti-di-volo-esprimono-grave-preoccupazione-per-il-futuro-della-compagnia-che-in-assenza-di-immediati-interventi-non-potra-sopravvivere/

 

Dipendenti Alitalia Ecco le richieste al Governo
per evitare la crisi

di Amina D’Addario

Trasporti

02/10/2018

14:30

Alitalia non è ancora fuori dalle secche e, se entro fine mese, non arriverà un piano industriale o il nome di un investitore disposto a mettere sul piatto tra 1,5 e i 2 miliardi di euro, i dipendenti saranno pronti alla mobilitazione.

Questo l’allarme lanciato oggi a Roma dalla Federazione Nazionale Trasporto Aereo, neonata associazione che riunisce Anpac, Anpav e Anp. “Alitalia – ha sostenuto il coordinatore della federazione Stefano De Carlo – è stata sicuramente gestita con buon senso dai commissari, ma questo non basta a risolvere i problemi. Nonostante i risultati positivi comunicati a inizio estate, la compagnia chiuderà il 2018 con circa 500 milioni di perdite e la prospettiva, una volta scaduto il termine per la restituzione del prestito ponte a metà dicembre, di non avere più liquidità in cassa per andare avanti”.

Le richieste
Secondo i rappresentanti sindacali dovrebbe ora essere il Governo a produrre soluzioni in tempi brevissimi. E prima di un’altra scadenza imminente: quella dei termini per la vendita di Alitalia, fissata al 31 ottobre. “Il Governo – ha ricordato De Carlo – ha parlato di nazionalizzazione e della volontà di valorizzare Alitalia nel sistema Paese, ma è importante che la compagnia inizi a lavorare al più presto con capitali nuovi, quantificabili tra 1,5 e i 2 miliardi di euro, per affrontare un nuovo piano industriale. Per questo – ha aggiunto – sollecitiamo il Mise e il Mit ad aprire al più presto un tavolo di confronto”.

Se d’altra parte, non dovessero arrivare in tempi brevi “risposte tranquillizzanti” da parte del Governo, “non c’é dubbio – ha aggiunto il presidente dell’Anpav, Massimo Muccioli – che procederemo con la mobilitazione del personale”.

ALITALIA: FTNA, SUBITO SOLUZIONI, PILOTI E ASSISTENTI PRONTI A SCIOPERO

 

      Roma, 2 ott. (AdnKronos) – Il tempo delle soluzioni per Alitalia sta per scadere, se non è addirittura già scaduto, e in assenza di una chiara indicazione di rotta sul futuro della compagnia, piloti e assistenti di volo sono pronti ad avviare una fase di mobilitazione fino allo sciopero. È un allarme rosso quello che giunge dalla neonata Fnta, la federazione nazionale del trasporto aereo costituita dalle

associazioni professionali di categoria, Anpac, Anpav e Anp.

 

      “È una situazione pericolossima e preoccupante e ancora non sappiamo a quali soluzioni sta pensando il Governo”, avvertono all’unisono i rappresentanti di Fnta in vista delle scadenze stringenti che attendono la compagnia nelle prossime settimane e mesi: il 31 ottobre scadono, infatti, la procedura di vendita, la cassa integrazione e i contratti di lavoro mentre il 15 dicembre scade il termine per la restituzione del prestito ponte.

 

      (Mcc/AdnKronos)

 

ISSN 2465 – 1222

02-OTT-18 13:09

 

 

ALITALIA: FNTA, SUBITO SOLUZIONI, PILOTI E ASSISTENTI PRONTI A SCIOPERO (2)

 

      (AdnKronos) – Al momento, dal Governo non sono arrivati segnali, denuncia Fnta, se non la comunicazione dell’apertura di un tavolo sul trasporto aereo senza però l’indicazione di eventuali convocazioni. Tutto tace invece sullo specifico dossier di Alitalia mentre manca ormai meno di un mese all’ora x del 31 ottobre.

 

      “La compagnia è gestita bene e con buon senso dai commissari, che stanno un clima positivo. Ma questo non basta a risolvere i problemi”, ha detto il coordinatore di Fnta, Stefano De Carlo nel sottolineare che la compagnia, nonostante la stagione estiva positiva, continua a perdere. “Alitalia si avvia a perdere tra i 400 e i 500 milioni di euro. Le perdite già consolidate ammontano a 300 euro. Il rischio è che i soldi a gennaio non ci saranno più. Non sappiamo se Alitalia ce la fa ad affrontare un altro inverno”, ha avvertito.

 

      “Il Governo – ha proseguito De Carlo – deve dare una soluzione ai problemi in tempi rapidi perché siamo già oltre il tempo massimo. Il Governo ha parlato di nazionalizzazione, abbiamo sentito parlare di Fs, Eni, Cdp ma di più non sappiamo”. (segue)

 

      (Mcc/AdnKronos)

 

ISSN 2465 – 1222

02-OTT-18 15:02

 

 

ALITALIA: FNTA, SUBITO SOLUZIONI, PILOTI E ASSISTENTI PRONTI A SCIOPERO (3)

 

      (AdnKronos) – Grave è, inoltre, il fatto che Alitalia non abbia un piano industriale. “Ora l’azienda – ha detto De Carlo – vive di inerzia mentre avrebbe bisogno di un piano e di nuovi capitali. Servono 1,5-2 miliardi di investimenti in flotta con l’obiettivo di sviluppare il lungo raggio dove si fanno ricavi e, in particolare, i Nord America. E per questo, serve una nuova partnership per uscire dai

vincoli della joint venture SkyTeam”.

 

      “E’ un momento grave per Alitalia. La situazione è diventata pericolosissima e per questo abbiamo deciso di lanciare questo allarme e siamo a un passo dal baratro”, ha detto Marco Veneziani di Anp. In assenza di fatti e risposte concrete, “andremo alla mobilitazione del personale”, ha quindi annunciato il presidente dell’Anpav, Massimo Muccioli

 

      (Mcc/AdnKronos)

 

ISSN 2465 – 1222

02-OTT-18 15:03

 

 

TOP STORIES ITALIA: Alitalia, piloti e hostess pronti a sciopero senza risposte

 

    ROMA (MF-DJ)–I piloti e gli assistenti di volo di Alitalia sono pronti a scioperare se entro un mese non arriveranno risposte dal Governo sul futuro della compagnia. Lo ha annunciato la Federazione nazionale del trasporto aereo che include Anpac, Anpav e Anp lanciando il grido d’allarme al Governo.

    Durante la conferenza stampa di presentazione della nuova Federazione,  Marco Veneziani, fondatore dell’Anp, ha detto che “Alitalia è una situazione diventata gravissima, per questo si è deciso di lanciare l’allarme”. Dopo i tanti annunci da parte del Governo per il rilancio di Alitalia, “non è stato fatto ancora nulla” e questo mette a rischio i 12.000 dipendenti della compagnia più tutti i lavoratori dell’indotto.

    Per piloti, steward e hostess, ha affermato il presidente dell’Anpav, Massimo Muccioli, ci sono tanti “problemi seri: dai contratti di lavoro da rinnovare al tema delle pensioni da riformulare. Ma ci preoccupa tantissimo anche Alitalia perchè siamo a un mese dalla fine della cigs, del rinnovo dei contratti di lavoro e della scadenza della procedura di vendita. Il 15 dicembre scade la restituzione del prestito ponte per Alitalia da 900 milioni di euro più interessi e il 31 dicembre, invece, finisce il contributo del sostegno al Trasporto aereo per i lavoratori del settore”. In sintesi “se non ci sarà una risposta tranquillizzante andremo alla mobilitazione del personale”, ha avvertito.

    Stefano De Carlo, segretario esecutivo dell’Associazione nazionale professionale aviazione civile, ha spiegato che Alitalia potrebbe chiudere il 2018 con una perdita di circa 500 milioni di euro, nonostante i risultati positivi annunciati recentemente dai commissari in audizione alla Camera. Alitalia che “è stata gestita con buonsenso dai 3 commissari, il clima è cordiale e rinnovato rispetto al passato ma questo non basta a risolvere i problemi della compagnia. Il Governo con il Mise titolare della partita Alitalia produca risultati perchè siamo giß oltre il tempo massimo. Inoltre, è inaccettabile questo clima ovattato” introno al dossier Alitalia. “La situazione non è tranquilla, vanno prese delle decisioni. Noi sulla nazionalizzazione siamo disponibili come piloti anche a una partecipazione dei lavoratori nell’azionariato, ma senza decisioni si arriva a un epilogo annunciato. Oggi non c’è un piano industriale e Alitalia vive di inerzia mentre per riprendersi deve avere un piano industriale e capitali freschi tra 1,5-2 miliardi di euro che il governo deve trovare”.

    Il nuovo piano industriale dovrebbe includere: lo sviluppo del lungo raggio sul Nord America con una partnership con un Delta o American Airlines per superare l’alleanza Skyteam; una riduzione delle perdite; una valorizzazione di Linate e una riorganizzazione della manutenzione. “Siamo in ritardo e il tempo è finito. Tutte le riserve sono state utilizzate e senza soluzioni non ci sarß un futuro di Alitalia e questo è inaccettabile”, ha concluso.

     Antonio Di Vietri, presidente Anpac, ha affermato che “la compagnia è tutto meno che salva. Bisogna vedere cosa fa Lufthansa e il Governo dovrà dare risposte rapide perchè a fine mese scade il termine per la vendita di Alitalia e dobbiamo vedere se sarà prorogato o se saranno rigettate le proposte di acquisto avanzate”. Inoltre, “servono tantissimi soldi per Alitalia perchè oltre 80% della flotta è in leasing e questo rappresenta un assurdo nel panorama mondiale”.

    I rappresentanti del personale navigante di Alitalia hanno affermato che per un rilancio della compagnia le soluzioni in campo “possono essere tante da Fs a Cdp ma poi bisogna verificare che siano fattibili e che si possano portare a compimenti, altrimenti è difficile superare un altro inverno”.

  pev

  eva.palumbo@mfdowjones.it

 

  (END) Dow Jones Newswires

AvioNews 09/01/2018 vedi…

TG5 09/01/2018 vedi…
https://www.repubblica.it/economia/2017/10/25/news/mistral_air_sciopero_per_la_linea_area_di_poste_che_rischia_la_chiusura-179307702/

Scioperi: Anp, venerdì 27 stop ‘virtuale’ piloti Mistral Air  Lettera a Gentiloni, licenziati 19 comandanti, dilapidata flotta

(ANSA) – ROMA, 25 OTT – Uno sciopero ‘virtuale’ di 24 ore dei piloti della Mistral Air, la compagnia aerea delle Poste Italiane: a proclamarlo, per venerdi’ 27 ottobre, l’Associazione Nazionale Piloti che indica tra i motivi della protesta la reiterata esternalizzazione di attivita’ di volo a compagnie straniere. Con questa forma di protesta – spiega l’Anp – i piloti, sebbene in sciopero, lavoreranno regolarmente il 27 e i corrispettivi derivanti dalle trattenute saranno devoluti alla Fondazione Bambino Gesu’. L’Anp ha anche gia’ richiesto con una lettera al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, e ai ministri Delrio e Calenda, di “intervenire per porre fine a questa drammatica vicenda”: “Mistral Air ha aperto una procedura per licenziare 19 comandanti, invece di creare occupazione finora ha prodotto solo esuberi di piloti, assistenti di volo e personale di terra, dilapidando una flotta di 6 Boeing 737, che coprivano una buona parte del settore charter, cargo e servizio postale di Stato”. “L’Anp ha deciso di effettuare lo sciopero con questa particolare modalita’, per non creare danni all’utenza e all’azienda”, spiega il fondatore dell’Anp Marco Veneziani, spiegando che “lo sciopero virtuale e’ una forma di protesta attuata mantenendo l’impegno lavorativo contrattuale, per cui il lavoratore non percepisce il relativo compenso e il datore di lavoro deve versare, oltre alla somma trattenuta, un contribuito equivalente ad una volta e mezza l’ammontare degli emolumenti trattenuti ai lavoratori ad una finalita’ sociale”. In questo caso i corrispettivi derivanti dalle trattenute saranno devoluti alla Fondazione Bambino Gesu’. (ANSA).

 PVN 25-OTT-17 15:53 NNNN

Alitalia: Anp, se Ryanair vuole taglio stipendi la dimentichi.

   (ANSA) – ROMA, 22 SET – “Se Ryanair pensa di voler compare l’Alitalia cambiando le norme contrattuali dei piloti, e’ meglio che se lo dimentichi immediatamente”. Lo afferma il fondatore dell’Associazione nazionale piloti Marco Veneziani, sottolineando che “i piloti dell’Alitalia non lavoreranno mai per un euro di meno o con una normativa diversa. Tra l’altro – ricorda Veneziani – il contratto e’ scaduto a dicembre 2016 e dovra’ essere al piu’ presto rinnovato”. (ANSA).

     PVN 22-SET-17 16:49

Scioperi: Anp conferma stop Mistral Air venerdì 15 settembre dalle 10 alle 14. Compagnia Poste esternalizza, inaccettabile

   (ANSA) – ROMA, 8 SET – Confermato lo sciopero di quattro ore del 15 settembre dei piloti Mistral Air proclamato dall’Associazione Nazionale Piloti. Lo si legge in una nota dell’Anp, in cui si precisa che lo stop interesserà tutto il territorio nazionale dalle 10 alle 14.

   “E inaccettabile che la compagnia aerea delle Poste Italiane continui ad esternalizzare attività di volo creando esuberi di molti lavoratori della compagnia”, afferma Marco Veneziani. “Se l’atteggiamento attuale non dovesse cambiare, queste sono le prime 4 ore di sciopero di un pacchetto di 48 ore. Ci scusiamo con l’utenza per i disagi che si creeranno, tale situazione è ascrivibile solo alle decisioni di Poste Italiane”.

(ANSA).

PVN 08-SET-17 14:48

MISTRAL AIR: CONFERMATO SCIOPERO PILOTI 15 SETTEMBRE

      Roma, 8 set. (AdnKronos) – L’associazione Nazionale Piloti è costretta a confermare lo sciopero dei piloti Mistral Air in data 15 settembre dalle ore 10 alle ore 14 su tutto il territorio nazionale. “E’ inaccettabile che la compagnia aerea delle Poste Italiane continui ad esternalizzare attività di volo creando esuberi di molti lavoratori della compagnia” afferma Marco Veneziani leader di Anp.

“Se l’atteggiamento attuale non dovesse cambiare, queste sono le prime 4 ore di sciopero di un pacchetto di 48 ore. Ci scusiamo con l’utenza per i disagi che si creeranno, tale situazione è ascrivibile solo alle decisioni di Poste Italiane” conclude Marco Veneziani.      (Sec-Arm/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222 08-SET-17 13:36

Posizione sul contratto di ANP. Rassegna stampa 8 GIU 2017. Leggi…

Alitalia: piloti Anp, pronti a sciopero in difesa contratto. Domani incontro con sindacati, no a modifiche peggiorative.

 (ANSA) – ROMA, 7 GIU – Se nell’incontro di domani tra Alitalia e sindacati, dovessero essere firmate dalle organizzazioni sindacali modifiche peggiorative del contratto o applicazioni unilaterali di nuove norme da parte dei Commissari, “sara’ sicuramente sciopero”. Lo afferma in una nota Marco Veneziani, leader dell’Associazione nazionale piloti. “Come ormai noto a tutti, – sottolinea Veneziani – il costo el lavoro dei Piloti e’ uno dei piu’ bassi d’Europa. Per la prima volta nella storia di Alitalia i naviganti nel mese di maggio hanno percepito solo la meta’ dello stipendio. I commissari, invece di iniziare un’azione di responsabilita’ verso i vecchi amministratori e sindaci, attualmente stanno creando gravi danni ai naviganti e alle loro famiglie, causando un esodo enorme di piloti verso altre compagnie e dilapidando uno dei pochi asset di valore rimasti in questa azienda. Se non si vedra’ una netta  inversione di rotta, – conclude – sara’ sicuramente una stagione di protesta”.(ANSA).

 COM-OM
07-GIU-17 16:48 NNNN

ALITALIA: ANP, PRONTI A SCIOPERO SE ATTO UNILATERALE SU CONTRATTO

 Roma, 7 giu. (AdnKronos) – “Se nell’incontro dell’ 8 giugno tra Alitalia e sindacati, dovessero essere firmate dalle organizzazioni sindacali modifiche peggiorative del contratto o applicazioni unilaterali di nuove norme da parte dei Commissari, sarà sicuramente sciopero”. Ad annunciarlo è Marco Veneziani, leader dell’Associazione nazionali piloti.”Come ormai noto a tutti, il costo del lavoro dei piloti è uno dei più bassi d’Europa. Per la prima volta nella storia di Alitalia i naviganti nel mese di maggio hanno percepito solo la metà dello stipendio. I commissari, invece di iniziare un’azione di responsabilità verso i vecchi amministratori e sindaci, attualmente stanno creando gravi danni ai naviganti e alle loro famiglie, causando un esodo enorme di piloti verso altre compagnie e dilapidando uno dei pochi asset di valore rimasti in questa azienda.Se non si vedrà una netta inversione di rotta sarà sicuramente una stagione di protesta”, avverte Veneziani
(Mcc/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

07-GIU-17 17:53

Alitalia: Anp, ora anche azione responsabilità verso manager

(ANSA) – ROMA, 3 MAG – “La Associazione nazionale Piloti prende favorevolmente atto che l’evoluzione della vicenda Alitalia è stata instradata sul percorso del commissariamento, come chiesto da settimane, quale soluzione per un definitivo ancorchè doloroso tentativo di turn around contabile. E’ bene ora che a questo processo si affianchino anche un’azione di responsabilità verso i precedenti manager del vettore, al fine di chiarire i contorni di una vicenda tenuta celata per mesi e emersa nella sua cocente gravità solo nelle ultime settimane”. Lo si legge in una nota dell’Anp.”L’Anp, tuttavia, si propone come soggetto attivo delle controparti aziendali secondo due pilastri di intervento:  un processo di attivazione di soluzioni operative che potranno essere formulate alla struttura dei Commissari, previa loro capacità e volontà di ascolto; il convogliamento, all’interno delle prossime manifestazioni di interesse su Alitalia, di offerte di acquisto del vettore, giù pervenute all’Associazione da parte di soggetti terzi internazionali”. “L’Anp, dunque – si legge in una nota – si propone come soggetto attivo di affiancamento nella crisi Alitalia, secondo regole del gioco e comportamenti innovativi quanto diversi dall’operato sin d’ora”. (ANSA)  PVN-COM 03-MAG-17 16:24

ALITALIA: ANP, C’E’ INTERESSE DA COMPAGNIE STRANIERE.                                                                            Roma, 3 mag. (AdnKronos) – Alcune compagnie aeree internazionali sono interessate a un’eventuale acquisizione di Alitalia. A riferirlo è l’Associazione nazionale piloti che avrebbe raccolto l’interesse di un paio di aviolinee. All’indomani del commissariamento della compagnia, l’associazione, innanzitutto, “prende favorevolmente atto che l’evoluzione della vicenda Alitalia è stata instradata sul percorso del commissariamento, come chiesto da settimane, quale soluzione per un definitivo ancorchè doloroso tentativo di turnaround contabile” Per l’Anp, “e’ bene ora che a questo processo si affianchino anche un’azione di responsabilità verso i precedenti manager del vettore, al fine di chiarire i contorni di una vicenda tenuta celata per mesi e emersa nella sua cocente gravità solo nelle ultime settimane”. L’Anp, tuttavia, “si propone – sottolinea – come soggetto attivo delle controparti aziendali secondo due pilastri di intervento: un processo di attivazione di soluzioni operative che potranno essere formulate alla struttura dei Commissari, previa loro capacità e volontà di ascolto; il convogliamento, all’interno delle prossime manifestazioni di interesse su Alitalia, di offerte di acquisto del vettore, già pervenute all’Associazione da parte di soggetti terzi internazionali”. L’Anp, dunque, “si propone come soggetto attivo di affiancamento nella crisi Alitalia, secondo regole del gioco e comportamenti innovativi quanto diversi dall’operato sin d’ora”. (Mcc/AdnKronos)

 ISSN 2465 – 1222 03-MAG-17 15:25

Radio InBlu. Piazza inBlu 26 aprile 2017. Intervento ANP. Ascolta…

RadioUno. RADIOANCH’IO 25 aprile 2017. Intervento ANP. Ascolta..

https://www.radio1.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-5c6fbd38-7148-4ab9-9eb9-2f04945a6c49.html

Libero 18 aprile 2017 . Leggi… ANP Libero

La Repubblica 18 aprile 2017. Leggi …ANP La Repubblica

Libero 16 aprile 2017. Leggi… Intervento ANP quotidiano Libero

(AGI) – Roma, 15 apr. – Per la neonata Associazione nazionale piloti (Anp) il pre-accordo su Alitalia “serve solo a tenere in piedi la baracca e a non far perdere denaro agli azionisti” ma “entro due anni saremo di nuovo punto e a capo”. Per il suo leader Marco Veneziani, intervistato da Repubblica, l’unica strada e’ “portare Alitalia in amministrazione controllata, in stile Chapter 11 americano”. “Una strada sulla quale e’ stata immessa Blu Panorama con successo”, ha sottolineato Veneziani, “sempre meglio di questo piano improvvisato”. (AGI) Sar 150906 APR 17 NNNN

Inrervento ANP La Repubblica quotidiano.  Leggi…  LA REPUBBLICA 15 aprile 2017a 15.04.2017

        Intervento ANP, Rai TG PARLAMENTO 24/03/2017

Oggi ennesima farsa, perdite non derivano dal personale (ANSA) – ROMA, 20 MAR – “Nell’attesa che Governo e azienda affrontino i veri temi strategici della compagnia inclusi quelli della dimensione minima di flotta sostenibile e delle prospettive commerciali, l’Associazione Nazionale Piloti (Anp) preannuncia un pacchetto di 72 ore di sciopero in Alitalia a sostegno della vertenza, che verranno effettuate secondo modalita’ prescritte dalla legge”. Lo si legge in una nota dell’Associazione. “Oggi si e’ consumata l’ennesima farsa tra Governo, azienda e confederali in relazione alle problematiche strutturali di Alitalia. Si finge ancora una volta di non capire che le perdite della societa’ non derivano dal personale di Alitalia le cui professionalita’ sono l’unica ricchezza ormai rimasta visto che slot e concessioni sono stati regalati, negli ultimi dieci anni, ad altri vettori da Governi miopi e incapaci di sostenere gli interessi del Paese”, scrive l’Anp, che ritiene “in via preliminare, prima di ogni trattativa sul costo del lavoro, affrontare i seguenti fondamentali argomenti: regole comuni Ue (equiparazione delle normative fiscali e lavorative europee in tema di trasporto aereo); trasferimenti di ricchezza a favore di soci e partner (trasparenza totale – via web – su tutte le operazione con parti correlate – incluse banche, Ethiad e Air France – degli ultimi 5 anni; lo Stato difenda Alitalia (rinegoziazioni di tutti gli accordi bilaterali di trasporto aereo passeggeri e merci con i Paesi extraeuropei)”. (ANSA).

PVN 20-MAR-17 20:47

Roma, 17 mar. (AdnKronos) – “E’ chiaro l’intento di umiliare i piloti e di costringerli ad andare a lavorare all’estero. Proposte di questo tipo sono assolutamente fuori da ogni logica aziendale e dimostrano ancora una volta il ‘vuoto’ strategico e programmatico di soci e degli amministratori Alitalia”. Ad affermarlo la nuova è l’Anp, la nuova Associazione Nazionale Piloti.

“Per quanto riguarda l’Associazione Nazionale Piloti – afferma Marco Veneziani – se questo è l’elemento centrale del futuro di Alitalia preferiamo il commissariamento della società. Azioni di revocatoria per 1 o 2 miliardi di Euro e azioni di responsabilità civile e penale contro soci e Amministratori.  (Mcc/AdnKronos)

 ISSN 2465 – 1222

17-MAR-17 18:58

(ANSA) – ROMA, 17 MAR – “E’ chiaro l’intento di umiliare i piloti e di costringerli ad andare a lavorare all’estero. Proposte di questo tipo sono assolutamente fuori da ogni logica aziendale e dimostrano ancora una volta il ‘vuoto’ strategico e programmato di soci e degli amministratori Alitalia”. Lo afferma Marco Veneziani dell’Associazione Nazionale Piloti, sottolineando che, per quanto riguarda l’Associazione, “se questo e’ l’elemento centrale del futuro di Alitalia preferiamo il commissariamento della societa’. Azioni di revocatoria per 1 o 2 miliardi di euro e azioni di responsabilita’ civile e penale contro soci e amministratori”. (ANSA).

PVN-CON

17-MAR-17 18:19

Intervento dell’ANP a SKYTG24ECONOMIA

(ANSA) – ROMA, 10 MAR – Non un altro sindacato, ma un vero e proprio ‘think tank’ al servizio dello sviluppo dell’aviazione e del sistema paese. Con l’obiettivo di promuovere un sistema di confronto e non di scontro nelle relazioni industriali. E’ questa la mission con cui nasce l’Associazione Nazionale Piloti (Anp), una nuova organizzazione per rappresentare i piloti, che conta al momento circa 80-100 iscritti ma conta a crescere in fretta. “Oggi abbiamo bisogno di grandi professionisti e conoscitori del business per parlare di trasporto aereo”, ha spiegato uno dei fondatori, Marco Veneziani, sottolineando la novita’ dell’associazione che affianca alla piattaforma di base un Comitato strategico con esperti nella gestione del settore del trasporto aereo e del mondo del lavoro. “Probabilmente si iniziera’ con Alitalia, quando vedremo il piano industriale lo faremo vedere a grandi professionisti. Parteciperemo alle trattative e ci siamo dotati di un sistema informatico per fare le consultazioni tra gli iscritti e prendere le decisioni: decideranno i piloti”, ha aggiunto Veneziani, con un lungo passato da sindacalista, presentando alla stampa l’associazione che nel pomeriggio verra’ presentata a comandanti e piloti. “C’e’ l’idea di portare e arricchire l’associazione con competenze non storicamente sindacali”, ha spiegato uno dei membri del Comitato strategico. “Il settore delle aviolinee italiane e’ stato distrutto negli ultimi decenni, totalmente invaso da attori extraitaliani”, ha aggiunto un altro membro del comitato, David Jarach, puntualizzando pero’ che “il settore del trasporto aereo e’ in salute”, con prospettive di crescita del 5% annuo: “e’ un settore interessante, ma qui c’e’ un problema di posizionamento”.

(ANSA). PVN 10-MAR-17 13:07

(ANSA) – ROMA, 10 MAR – “Credo che sia un piano che non porta Alitalia da nessuna parte. E’ fatto solo di tagli, tagli al personale, alla flotta, al costo del lavoro. Non credo minimamente in questo piano”. E’ questa la posizione della neo nata Associazione Nazionale Piloti (Anp) – espressa da uno dei fondatori, Marco Veneziani, rispetto al piano industriale di Alitalia. “Quanto arrivera’ il piano, chiederemo di vederlo, faremo i nostri appunti e speriamo che non sia quello che leggiamo sui giornali”, ha detto Veneziani presentando l’associazione alla stampa. “Ci saranno tutti i lavoratori indemoniati” ha aggiunto, ricordando che gia’ due anni fa “i piloti hanno dato 27 milioni per tenere in vita Alitalia e non saranno felici di decurtarsi ancora lo stipendio”. Un altro punto critico del piano potrebbe essere anche la “duplicita’ della governance”, evidenzia un membro del Comitato strategico dell’associazione, sottolineando il rischio che una rappresentanza sindacale abbia una sola persona con cui andare a discutere: “non c’e’ la volonta’ di chiarire un tema delicato e questo preoccupa”.

(ANSA). PVN 10-MAR-17 13:15

Roma, 10 mar. (AdnKronos) – Non vuole essere un altro e nuovo sindacato ma un vero e proprio ‘think tank’ al servizio dello sviluppo dell’aviazione e del sistema Paese, dove i piloti, data la loro centralità nella catena del valore, vogliono rivestire un ruolo propositivo e d’indirizzo. E’ all’insegna di questa missione che nasce Anp, la nuova associazione nazionale del piloti, che, per la prima volta nella storia dell’aviazione commerciale italiana, punta a promuovere un sistema di confronto e non di semplice scontro nelle relazioni industriali. Un modello, insomma, di natura concertativa, come avviene in altri Paesi ma che in Italia non è riuscito a farsi strada. A presentare la nuova associazione è stato oggi a Roma il nucleo dei fondatori e membri del comitato strategico: Marco Veneziani pilota sindacalista di lungo corso ed esperti del trasporto aereo sia in ambito accademico che manageriale e legale. Anp parte con una base di circa un centinaio di associati. “L’obiettivo, evidentemente, è quella di continuare a crescere”, ha assicurato Veneziani che oggi pomeriggio presenterà ufficialmente, a Fiumicino, l’associazione alla platea dei piloti di tutte le aerolinee nazionali. “Crediamo – ha detto Veneziani – che ci sia bisogno di grandi professionisti e conoscitori del business per poter parlare di trasporto aereo. “Quando ci verranno presentati piani industriali, e credo cominceremo con Alitalia, questi saranno valutati da questi professionisti, parteciperemo alle trattative e, soprattutto, coinvolgeremo costantemente i piloti con una consultazione on line e saranno loro a decidere”. (Mcc/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 10-MAR-17 13:47

 

Categorie

Archivio